0

Il tuo carrello è vuoto

Bàcco Isola dei Nuraghi IGT

Bottiglia
Anno
17 prodotti rimanenti
CHF 35.00

Tipo di vino

Rossi

Stile

Non Barricato

Aromi

I profumi di marasca e prugna sotto spirito, perfettamente integrati con le sfumature balsamiche e floreali, prospettano un assaggio corposo e avvolgente

Vitigno

100% Carignano

Origine

Sardegna, Italia

Grado alcolico

15% vol.

Disponibilità

Disponibilità immediata


Premi e riconoscimenti

Premio Annata Risultato
Gilbert Gaillard 2021
Oro
5 Star Wine 2021 93/100

Scheda tecnica:

Denominazione

IGT

Paese

Italia

Regione

Sardegna

Vitigno

100% Carignano

Terreno

Sabbiosi, da disfacimento granitico e ciottoli

Affinamento

Raccolta manuale in piccole ceste. L’uva dopo essere stata diraspata viene fatta macerare per diversi giorni al fine di estrarre il completo potenziale aromatico dalle bucce.

Gusto

In bocca si conferma coerentemente caldo e generoso, ottimamente ravvivato dall’importante dotazione acida che lo allunga, amplificandone la persistenza fruttata

Aroma

I profumi di marasca e prugna sotto spirito, perfettamente integrati con le sfumature balsamiche e floreali, prospettano un assaggio corposo e avvolgente

Colore

Rosso rubino intenso dai riflessi porpora al bordo

Abbinamenti

Formaggi, Carne, Selvaggina

Alcol

15% vol.

Filosofia

Produzione Integrata

Temperatura di servizio

16-18°C

Longevità

12 anni

Solfiti

Contiene solfiti

Cantina

SIDDURA

Descrizione:

L’Isola dei Nuraghi IGT “Bàcco” di Siddùra nasce dalle uve dell’omonima varietà autoctona, selezionate e raccolte a mano nei vigneti che affondano le radici nel calcare, a 250 metri sul livello del mare.

Il Carignano dei vigneti Siddùra, proviene dalla zona più vocata della Regione Sardegna per questo vitigno, introdotto dai Fenici attorno al IX secolo a.C. e poi diffuso in epoca romana nel sud-ovest dell’isola. Le caratteristiche gusto-olfattive del vino rispecchiano, quelle del territorio in cui nasce, caratterizzato dalla macchia mediterranea, cespugli di mirto e corbezzolo, si alternano al lentischio e all’elicriso. Una dimensione tra cielo e terra che rende lo spazio indefinito e protrae lo sguardo verso l’orizzonte.

La fermentazione in acciaio prevede una lunga macerazione sulle bucce ed è seguita un’affinamento a contatto con le fecce nobili nei medesimi serbatoi. Un grande rosso di territorio, dedicato a quanti vogliono essere appagati da un vino raro e unico nel suo genere.

Un rosso potente e generoso, da abbinare a carni rosse alla brace, brasati e selvaggina in umido, formaggi a lunga stagionatura.


Premi e riconoscimenti

Premio Annata Risultato
Gilbert Gaillard 2021
Oro
5 Star Wine 2021 93/100