VILLA CANESTRARI

Villa Canestrari

La storia di Villa Canestrari comincia nel 1888, quando Carlo Bonuzzi, capostipite della famiglia e proprietario di molti vigneti nella Val d’Illasi, si diploma alla regia scuola di enologia di Conegliano Veneto, contribuendo all'evoluzione della già avviata attività di famiglia.
Comincia a mettere in bottiglia e a vendere i vini prodotti, come testimoniano alcune delle etichette in mostra nel museo del vino della Cantina.
Una lunga tradizione - Arriva fino alla 3ª generazione quando dalla fusione della famiglia Bonuzzi e della famiglia Franchi, entrambe custodi di oltre 120 anni di tradizione vitivinicola, nasce negli anni ’90 “Villa Canestrari” che diventa il marchio alla base della nuova filosofia dell’azienda: tipicità del territorio, tradizione e qualità.
Oggi Villa Canestrari è alla 4ª generazione che prosegue il lavoro di genitori, nonni e bisnonni in modo consapevole e attento, conservando quella passione per la qualità che ha contraddistinto la famiglia sin dal secolo scorso. Centoventicinque anni di tradizione sono un’eredità importante, un bagaglio di conoscenze, storie e valori che la famiglia vuole mantenere e diffondere attraverso il vino.
I vigneti sono ubicati sia nella zona del Valpolicella che del Soave, permettendoci di produrre entrambe le tipologie di vino. I terreni, grazie a microclimi diversi, producono uve che valorizzano al meglio la produzione, nella sua tipicità. Due diverse realtà che in qualche modo si completano nel modo di concepire il vino: un regalo che la terra ha offerto a Villa Canestrari, un’occasione per emozionare, l’opportunità di conservare e tramandare la passione per il territorio e la costante ricerca della qualità.